800 68 14 48 NUMERO VERDE 02 9475 9473 MILANO Italy 06 9480 8277 ROMA Italy commerciale@mappe-tattili.com

Menu

NORMATIVA

Report sugli adempimenti normativi riguardanti l’abbattimento delle barriere architettoniche

PROGETTAZIONE DEI PERCORSI TATTILI

ELEMENTI AUSILIARI E COMPLEMENTARI AL SISTEMA TATTILE (MAPPE E TARGHE)
GENERALITA'

Nella realizzazione di Mappe Tattili e di altre Indicazioni Tattili Puntuali attenersi alle Norme UNI 8207 del 01/08/2003, nelle quali sono riportate tutte le caratteristiche principali da seguire nella realizzazione dei segnali tattili al fine di consentire la corretta interpretazione delle informazioni destinate ad utenti non vedenti o ipovedenti.

Le mappe tattili

Le mappe a rilievo, elemento integrativo dei percorsi tattili, vanno installate su appositi leggii inclinati di circa 30 gradi sul piano orizzontale, il cui bordo inferiore non sia al di sotto di 95 cm da terra; se ciò non è possibile, le mappe vanno poste sulla parete, ad altezza compresa fra metri 1 e 1,80 con baricentro posto a metri 1,40 da terra (disegno n. 24). Esse devono essere ubicate all'inizio del percorso tattile, prima che questo presenti delle indicazioni di svolta, incrocio o di attenzione/servizio.

Se la stazione consta di più piani, per ogni piano vi devono essere una o più mappe, poste in corrispondenza dei diversi accessi ai piani.

Devono essere installate anche mappe di uscita, da collocarsi fra la zona binari e la zona atrio, che indichino i servizi sopra elencati e la direzione da prendere per raggiungere i mezzi di trasporto urbano, di superficie o sotterranei. La mappa deve indicare con numeri o lettere tutti i servizi o luoghi raggiunti dal percorso e riportarne il nome su un'apposita legenda.

Nelle grandi stazioni si potranno avere delle mappe generali in prossimità degli ingressi e mappe particolari in prossimità di servizi complessi (es. galleria commerciale).

Una piccola mappa tattile/visiva dovrà essere apposta sul muro accanto all'ingresso dei servizi igienici, segnalandola con il codice di attenzione/servizio, mentre all'interno dovranno essere posizionate targhette tattili per fornire istruzioni per l'uso dei dispositivi e per eventuali richieste di soccorso.

Tutte le indicazioni debbono essere scritte in caratteri braille e in caratteri stampatelli ingranditi e a rilievo per gli ipovedenti e per i ciechi che non conoscono il braille.

Tali mappe saranno in tal modo perfettamente consultabili anche dai normovedenti.


E' indispensabile che le mappe tattili vengano realizzate in collaborazione con Associazioni Nazionali della categoria.

Le mappe vanno installate in punti strategici, come l'atrio del Fabbricato Viaggiatori e negli altri ingressi decentrati, ove presenti. Il numero delle predette mappe deve essere comunque ridotto allo stretto necessario, in ragione della grandezza e della complessità degli spazi degli impianti considerati.

Nelle piccole stazioni e fermate è di solito sufficiente l'installazione di una sola mappa all'ingresso e di due mappe poste sulla prima banchina ad 1/3 della distanza dal suo termine, su ambo i lati, in modo da diminuire statisticamente la distanza che il disabile visivo dovrà percorrere per trovarne una.

Indicazioni tattili singolari

Per le indicazioni di carattere singolare quali: numero del binario, comandi ascensori ecc. si utilizzeranno delle targhette con linguaggio in braille e con carattere in rilievo da posizionare sulle pareti o altro supporto ponendo it loro baricentro a 140 cm da terra. Ad esempio nelle stazioni di testa sara opportuno individuare it binario tramite targhette da apporre sui pilastri o su altri supporti presenti, eventualmente in prossimita delle macchine obliteratrici, mentre nei sottopassaggi si dovra specificare a quali binari si accede posizionando le targhette nelle parti basse delle scale in prossimita dei mancorrenti (disegno n. 25), ovvero sui mancorrenti stessi (disegno n. 25), sia in salita che in discesa. Nel senso di discesa va indicata anche la direzione dell'uscita con apposita freccia curva a rilievo.

Nelle stazioni di transito, invece, sui pilastri andranno apposte targhette similari the, oltre al numero del binario, rechino una freccia puntinata con la scritta "uscita" o "sottopasso", onde indicare al disabile visivo the a sceso dal treno quale direzione deve prendere per raggiungere l'uscita o cambiare binario.